Merkaba Forums
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum
 L' INCREDIBILE
 la scienza, l'inganno, la realtà
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 4

miraluce
Membro Master



Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna


699 Messaggi

Inserito il - 08 gennaio 2003 : 12:42:59  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La scienza ufficiale ricerca la realtà oggettiva che deve essere ripetitiva.
Si nutre di statistiche, cerca prove per suffragare una teoria, non c'è spazio per il nuovo, per la creatività.
Continua ad operare dentro il limite ristretto dello 0,5% della realtà totale.

La fisica quantica ha dimostrato che l'oggettività non esiste essendo l'operatore parte in causa nell'indagine.
Rivolge la sua attenzione anche al restante 95%, "la massa oscura", il cristallo liquido che costituirà la nuova materia trasformata, dal solido amorfo al solido cristallino.
Non contempla separazione, e' libera e probabilistica il suo campo e' la coscienza.

La scienza non contempla l'operatore perchè alle dimensioni psichiche non è applicabile il metodo scientifico.
La co-noscenza esclude la coscienza mentre la coscienza la com-prende.
Se la scienza allargasse il suo campo di esplorazione dovrebbe riconoscere che
ci sono onde che hanno velocità superiore a quella della luce
alla luce
. Insomma minerebbe la sua stessa impalcatura.
L'inganno della scienza pone sotto i nostri occhi che solo l'incredibile e' reale

amrita
Membro Attivo




220 Messaggi

Inserito il - 09 gennaio 2003 : 17:53:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Possiamo constatare il limite anche considerando il fattore delle frequenze su cui si pone l'osservazione.
Se cambia la fascia di frequenze, cambia la visione.
Se ci guardassimo attraverso i raggi x vedremo degli scheletri, con gli infrarossi saremo nebulose...
Certi colori non sono accessibili al nostro occhio che si sta comunque aprendo alla ricezione di nuove onde cromatiche.
Sappiamo che l'indaco e' di recente acquisizione.
Il limite si sta assottigliando, le barriere si stanno infrangendo cosi' come le nostre maschere.
Da un lato la caduta di queste, dall'altro il dilatarsi dei sensi o l'apparire di altri, faranno si che ognuno appaia come realmente e' e per i ritardatari non resterà che farsi vedere con il naso da pinocchio, con le orecchie da asino o immaginate voi...<img src=faccine/30.gif border=0 align=middle>

Torna all'inizio della Pagina

Edo
Nuovo Arrivato



15 Messaggi

Inserito il - 05 marzo 2003 : 03:41:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non voglio sembrare il solito rompiscatole che cerca cavilli. Ma prima criticate la scienza e poi fate fede alla fisica quantistica per contestarla??? Guardate che la fisica quantistica non è altro che l'ultimo baluardo della scienza ufficiale. Non sono cose separate.
Torna all'inizio della Pagina

miraluce
Membro Master



Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna


699 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2003 : 22:26:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Una logica rappresenta una teoria il cui concetto fondamentale è la relazione di conseguenza e procede per vero e falso.
La logica classica sembra sempre imperante nella scienza in uso.
Gli stati puri quantistici che rappresentano massimi di informazione, non associano a un evento un valore di verità ma un valore di probabiltà.
Non possiamo affermare che la scienza è una sola. In teoria si può dire tutto ma nella pratica osserviamo procedimenti antitetici.

Potremo anche parlare di una prima e di una seconda fisica quantistica. Ma non mi sembra utile al momento.
Il concetto dell'unità e della risonanza non sembra essere un assunto della scienza ufficiale che procede per separatismi e a compartimenti stagni

Torna all'inizio della Pagina

niroshama
Membro Medio




144 Messaggi

Inserito il - 07 marzo 2003 : 12:29:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Il super inganno

Consideriamo anche che la scienza ufficiale non è libera. Dimostra quello che vuole:
Non è certo un segreto che le multinazionali finanziano ricerche finalizzate a demolire tutte tutte le altre che in qualche modo possono costituire una minaccia al mantenimento del loro potere e del loro fatturato.
I risultati di queste ricerche vengono divulgati con investimenti pubblicitari definiti "divulgazione scientifica".
Quello che fino a poco tempo fa era chiamato "rappresentante" delle case farmaceutiche ora è diventato " l'informatore scientifico"

Di fronte all'enunciazione di "una scoperta scientifica" dovremo chiederci da chi è stata promossa e quanto sia stato pagato il ricercatore.
I pochi ricercatori liberi che vivono nell'ombra, non hanno sovvenzioni, non lavorano a scopo di lucro ma per amore della ricerca e vengono denigrati ed osteggiati dai baroni della "scienza"

Torna all'inizio della Pagina

Edo
Nuovo Arrivato



15 Messaggi

Inserito il - 07 marzo 2003 : 18:38:28  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Io credo che si confonda la scienza con la tecnologia. Inoltre non metto in dubbio che anche tra i scienziati ci siano persone che agiscono in maniera errata, ma essi sono i primi ad andare contro la propria scienza. Essi non sono la scienza, ma solo esponenti di essa che fanno male il proprio lavoro, anche se talvolta si tratta di personaggi illustri. Critichiamo quindi le persone, chiunque esse siano, ma non creiamo ulteriori separazioni filosofiche nella scienza stessa.
Poi sono d'accordissimo sul fatto che purtroppo il campo della ricerca, essendo offuscato dall'ombra, sempre presente nel nostro paese, del clientelismo, presenta delle gravi lacune, ostacolando il lavoro di chi invece ama davvero la sua professione.
Torna all'inizio della Pagina

niroshama
Membro Medio




144 Messaggi

Inserito il - 10 marzo 2003 : 11:40:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando


La tecnologia opera sulla base dei cosidetti "dati scientifici", non si vede come possa essere indipendente. Proprio qui vanti separazione?!
Non hai mai sentito dire che "cio' che è nell'effetto è anche nella causa?"

No, non sono i pochi, è il sistema che funziona così. Ma anche se funzionasse al meglio, per una scienza unitaria mancano le premesse, che ti ostini a non voler cogliere.
Ritengo sterile procedere!

Torna all'inizio della Pagina

garuda
Membro Medio



139 Messaggi

Inserito il - 24 novembre 2004 : 14:37:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Il modello quantico




Il modello multidimensionale dell'Universo e' basato sui recenti sviluppi della fisica e della biologia.
Non possiamo vedere la realta' multidimensionale perche' i nostri sensi sono limitati alla tre dimensioni, i livelli superiori hanno una realta' piu' sostanziale del nostro mondo.
Questo perche' il nostro mondo tridimensionale e' solo un sottoinsieme del sistema multidimensionale.
Il sistema multidimensionale puo' essere esplorato con un sistema logico olistico.
La fisica quantica puo' dare risposte anche alle interelazioni corpo-mente, l'intima struttura della psiche, l'inizio della vita e la natura creativa dell'evoluzione...

Interessante il libro di Joachim Wolf Understanding the Grand Design. Spiritual Reality's Inner Logic.

La scienza attuale non va al di la' di quello che vedi con i sensi fisici, non ha la strumentazione adeguata per andare oltre.
C'e' una ricerca avanzata che lo fa.


Torna all'inizio della Pagina

miraluce
Membro Master



Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna


699 Messaggi

Inserito il - 27 novembre 2004 : 18:29:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Ogni cosa infatti è unificata vista nell'aspetto multidimensionale.
Le cose materiali non sono che aspetti 3-D di fenomeni multi-D.
Cioè solo limitandoci alla visione della terza dimensione,
possiamo percepire le cose materiali come oggetti separati.
L'osservatore multidimensionale percepisce tutta la materia
nel suo aspetto di realtà unificata.

Torna all'inizio della Pagina

jasmine
Membro Attivo




266 Messaggi

Inserito il - 19 ottobre 2005 : 19:42:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La visione del big bang

Il metodo scientifico in uso è tendenzioso.
Hanno tutti il paraocchi anche quelli che si dicono imparziali.
Gli scienziati sono costantemente alla ricerca dell'inizio che non c'è mai stato.
Ogni concetto del tempo lineare è una costruzione umana elaborata secondo il concetto che considera che tutto ha un inizio e una fine, il che sembra non corrispondere al vero.

Si è eterni nelle due direzioni.
Loro creano tutta una storia studiando le prove fornite nelle dimensioni conosciute, ma sappiamo che le vere prove si situano al di fuori del campo considerato.

L'Universo è esistito da sempre.
Ha subito modificazioni di energia e da invisibile è diventato visibile.

Questo processo, iniziato da un evento multicreatore fecondo è ancora in atto.

Vuoi farti un regalo?
Non dirti chi sei.
Diventa uno sconosciuto.
Torna all'inizio della Pagina

niroshama
Membro Medio




144 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2005 : 18:13:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

In pratica quello che gli scienziati chiamano il big bang
sarebbe stato solo un aggiustamento di energia,
un cambio di dimensione che corrisponde a un fenomeno ciclico.
Non fu il big bang ma una rivelazione nelle dimensioni di
ciò che era e in cui si celava il materiale della terra in divenire.
Torna all'inizio della Pagina

amrita
Membro Attivo




220 Messaggi

Inserito il - 28 ottobre 2005 : 18:55:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Se nell'oscurità sorge la luce, significa forse che ciò che appare non esisteva?
O forse invece che la luce ha rivelato quel che c'era da sempre?
Quindi la creazione non fu che una questione di Luce.
Torna all'inizio della Pagina

miraluce
Membro Master



Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna


699 Messaggi

Inserito il - 21 luglio 2007 : 16:11:53  Mostra Profilo  Rispondi Quotando


La fisica quantistica dice che la realta' non e' come noi la vediamo, ma nel migliore dei casi e' essenzialmente vuota, e in effetti piu' simile a onde di natura insostanziale.
I Buddisti tibetani parlano di tutte le cose come di " originazione interdipendente".
Nella fisica esiste il concetto di correlazione, che afferma che tutte le particelle sono interconnesse
Come puo' una particella essere in due luoghi contemporaneamente?
Qual'e' il suono di una sola mano che applaude? dice un Koan zen.


Non ascoltare la prudenza del mondo, perché questa è l'ora dell'inatteso.
Sri Aurobindo

Torna all'inizio della Pagina

ravi
Membro Attivo




200 Messaggi

Inserito il - 23 luglio 2007 : 13:02:58  Mostra Profilo Invia a ravi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


Perchè i due percorsi della fisica e del misticismo si toccano? Perchè le cose sono separate ma sempre in contatto (non locale): elettroni che si spostano da A a B, senza mai passare dallo spazio intermedio; materia che appare per essere una funzione d'onda diffusa che collassa e diventa spaziale solo quando viene misurata.

I mistici non sembrano avere alcun problema con queste idee.
Molti fondatori della teoria quantica sono interessati agli aspetti spirituali .
Niels Bohr usava il simbolo dello ying e dello yang sul suo stemma. David Bohm faceva lunghe discussioni col saggio Krishnamurti, Erwin Schrodinger teneva lezioni sulle Upanishad.
C'e' una stretta analogia fra questi due piani.
Diciamo che sono in dialogo reciproco e si apprezzano a vicenda.

Torna all'inizio della Pagina

garuda
Membro Medio



139 Messaggi

Inserito il - 05 settembre 2007 : 21:32:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando


La tradizione vedica si fonda sulla premessa dell’unita’ della vita e sulla capacita’ el cervello umano,
uno strumento estremamente prezioso nell’universo di sperimentare direttamente quell’unita’ essenziale e viverla.
Gli stessio fisici ci fanno osservare che se consideriamo nei dettagli la struttura del cervello umano,
esso sembra essere specificamente progettato e attentamente ideato per fare esperienza del campo unificato, cioe’ dell’unita’ della vita




Il tempo non è affatto quello che sembra.
Non scorre in una sola direzione,
e il futuro esiste contemporaneamente al passato.

Albert Einstein
Torna all'inizio della Pagina

rosario.muto
Membro


Regione: Toscana
Prov.: Prato
Città: Prato


71 Messaggi

Inserito il - 07 ottobre 2007 : 13:52:18  Mostra Profilo Invia a rosario.muto un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
quote:
Messaggio inserito da Edo

Non voglio sembrare il solito rompiscatole che cerca cavilli. Ma prima criticate la scienza e poi fate fede alla fisica quantistica per contestarla??? Guardate che la fisica quantistica non è altro che l'ultimo baluardo della scienza ufficiale. Non sono cose separate.


Caro Edo, la quantistica è vecchia quanto e vecchio l'universo, fa parte del complesso creativo, in tutti i sensi, si diffonde adesso grazie ad internet, fino ad oggi parlare di quantistica significa tabù, ancora oggi la medicina convenzionale non integrata la rinnega, l'ignoranza è ancora diffusa tra i dotti figuriamoci tra i normali.
Stai Buono..........................sembri veramente il solito, la vera scienza è solo per chi non ha i paraocchi e chi mon si lascia corrompere.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
     Merkaba Forums © 2002 merkabaweb.net Torna all'inizio della Pagina
     Pagina generata in 0,24 secondi.    xmlfeed aspfeed TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000     

Ciricadoforum.it | Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it