Merkaba Forums
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum
 DENTI&DENTISTI
 Materiali dentali - Interessa?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 28 giugno 2008 : 22:05:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Biocompatibile?

Questo aggettivo usato a dismisura nel nostro settore, da qualche anno riempie le pagine pubblicitarie, sia online che offline!

Ma cosa significa?

Secondo me nulla!

Non esiste niente di assolutamente biocompatibile e totalmente tollerato da ogni persona su questa terra!

Su alcuni pazienti, sembra incredibile, sono state riscontrate anche allergie locali e diffuse persino a metalli aurei.

Gli studi effettuati lo dimostrano: i metalli, presenti naturalmente nelle cellule di ogni essere umano, lo devono essere in modo equilibrato, in concentrazioni calibrate.

Ecco che le sostanze inorganiche presenti nel sangue, per esempio gli ioni del ferro, utili ed addirittura indispensabili alle funzioni cellulari di equilibrio ionico, di trasporto dell’ ossigeno, per l’ attivita respiratoria e la replicazione delle cellule, causino emocromatosi , cioè accumulo di ferro negli organi, specialmente nel fegato e agendo in modo subdolo (senza sintomi apparenti, anche nella fase avanzata della malattia) provoca gravi danni come cirrosi epatica, iper e ipo-tiroidismo, diabete, impotenza maschile, aritmie cardiache ecc.

Sapete quanto ferro è contenuto nei metalli orali?

Poco!

Quello che stupisce è che questo metallo si trova ESCLUSIVAMENTE nelle leghe nobili per metallo ceramica!

Sì, proprio così:le BIOLEGHE AD ALTO CONTENUTO AUREO hanno bisogno di piccole concentrazioni di ferro (0,4/0,5) per favorire il processo di ossidazione del metallo( processo che aumenta la adesione del metallo alla ceramica).

Altre leghe utilizzano rame, indio, o stagno per lo stesso motivo.

Non sono un chimico e nemmeno un medico perciò non voglio azzardare conclusioni incompetenti e cioè se questi ioni metallici si trasferiscano o meno nell’ organismo, ma sono odontotecnico e ho studiato il cavo orale abbastanza per sapere che si tratta di un ambiente delicato in cui i tessuti, i denti, la lingua ecc, sono immersi in soluzione leggermente acida, ambiente notoriamente favorevole a processi di ossido-riduzione (red-ox) solida e gassosa.

La fermentazione dei cibi, la presenza di farmaci e di metalli estranei, la presenza di gas inquinati( respirazione) rendono l’ ambiente orale un piccolo inferno acido!

Se qualche studioso di chimica organica e inorganica mi può dimostrare che i metalli odontoiatrici non interagiscono in questo crogiuolo di attività, sarò ben felice di ricredermi.

Perciò: COSA E’ BIOCOMPATIBILE?

Daniele


antonella
Membro Master


Città: milano


848 Messaggi

Inserito il - 28 giugno 2008 : 22:33:03  Mostra Profilo Invia a antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Daniele una domanda. Una capsula di ceramica vecchia di 20 anni, potrebbe rilasciare cobalto?
Su quanto dici tu, io ho potuto constatare che dall'inserimento di un impianto mi è successo di tutto, il fatto che ho all'interno delle guance un edema da 3 anni e la gola a striscie viola.... certamente non sarà tutta colpa dell'impianto ma un insieme di circostanze messe tutte insieme hanno provocato questo disastro.

un altra curisità. La resina. Si può preferire questa sostanza al posto della ceramica perchè meno tossica o perchè interferisce meno con altri metalli? Non mi interessa il fatto che potrebbe durare di meno, o perchè è meno bella esteticamente...

grazie
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 28 giugno 2008 : 22:54:03  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
quote:
Messaggio inserito da antonella

quote:
Daniele una domanda. Una capsula di ceramica vecchia di 20 anni, potrebbe rilasciare cobalto?
Dipende da una infinità di fattori
Su quanto dici tu, io ho potuto constatare che dall'inserimento di un impianto mi è successo di tutto, il fatto che ho all'interno delle guance un edema da 3 anni e la gola a striscie viola.... certamente non sarà tutta colpa dell'impianto ma un insieme di circostanze messe tutte insieme hanno provocato questo disastro.

un altra curisità. La resina. Si può preferire questa sostanza al posto della ceramica perchè meno tossica o perchè interferisce meno con altri metalli? Non mi interessa il fatto che potrebbe durare di meno, o perchè è meno bella esteticamente...

grazie

Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 28 giugno 2008 : 22:55:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Aiutoo.
come si fa a non far casino con le quote?
Darika ha provato a spiegarmelo ma credo di non aver capito
Rileggi o non quotare :-)
(anche perche' mi dai un gran lavoro per cancellare e correggere :-)
Puoi rientrare nel messaggio e modificare,
ovviamente cliccando su modifica msg :-)
e semplicemente mettere la tua risposta
senza fare citazioni, non indispensabili alla comprensione,
soprattutto se il msg e' subito precedente.


redazione

Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 30 giugno 2008 : 14:19:57  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cara antonella ed emma
risponderò alpiù presto alle vostre domande appena possibile.
IL lavoro mi assorbe 12, 13 ore al giorno e il tempo è poco.
Sto ristrutturando la organizzazi9ne del mio laboratorio e spero a breve di potermi dedicare a questa attività interessantissima..
Anche perchè la vastità dell' argomento richiede risposte ben complesse altrimenti sono inutili
A presto
Daniele
Torna all'inizio della Pagina

Flo
Membro Senior


Regione: Piemonte
Prov.: Torino
Città: Torino


356 Messaggi

Inserito il - 30 giugno 2008 : 15:05:15  Mostra Profilo Invia a Flo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Egr. Daniele,
gradiremmo il rispetto anche delle regole della lingua italiana: i nomi propri vanno scritti con la maiuscola.
E' segno oltrechè di buona educazione, di rispetto degli interlocutori.
Lo ricordi quando avrà tempo di tornare al forum.

Non credo si tratti di non rispetto-
E' un modus del forum di scrivere
i nomi con lettera minuscola riprendendo
la stessa lettera minuscola con cui
di norma gli utenti si iscrivono.
E' come un non darsi troppa importanza!
Suvvia Flo, un po' di souplesse!
Io eviterei le distanze di un "Egregio"

la redazione




Torna all'inizio della Pagina

Flo
Membro Senior


Regione: Piemonte
Prov.: Torino
Città: Torino


356 Messaggi

Inserito il - 30 giugno 2008 : 18:44:33  Mostra Profilo Invia a Flo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cara redazione,
purtroppo sono di educazione sabauda, un pò rigidina.......
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 30 giugno 2008 : 21:33:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
gentile flo,
non era mancanza di rispetto, nè scarsa conoscenza della lingua..
so benissimo come si scrive un nome proprio.
Non dovrebbe essere un problema..
daniele
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 01 luglio 2008 : 20:07:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per Antonella:
sei sicura di avere una corona in cromo-cobalto-ceramica?
Se mi dici che l'hai in bocca da venti anni come sei risalita al tipo di metallo usato?
Le resine (ne esistono sostanzialmente di tre tipi: acriliche (metilmetacrilato) , policarbonato, e compositi di vecchia e nuova generazione) differiscono a seconda dell' uso.[Nomi commerciali:1 MMA 2 BIS-gma 3 PEX
Le prime per protesi parziale, per protesi totale mobile o per provvisori e sono caratterizzate da lunghe catene molecolari che hanno il difetto di non essere "chiuse" e perciò attaccabile dagli agenti orali i quali, dopo essersi mescolati con il monomero in eccesso(sostanza che attiva, sostanzialmente, la reazione a catena)tendono a sgretolare i legami chimici polimerici, rilasciando sostanze nocive nell' organismo ospitante.

I compositi sono caratterizzati da matrici vetrose (alcune ordinate, alcune disordinate) con microriempitivi di vario genere.
I compositi di nuova generazione, invece, hanno strutture cristalline geometricamente ordinate (quindi caratterizzate da legami più stabili)e con riempitivi non inclusi "random" ma dispersi nella massa in modo uniforme.

Esistono poi i compositi di nuova generazione con matrici diverse(PEX=phenolic epoxine)di grado bio-medicale che qualche studioso però classifica solo un prodotto uguale agli altri, ma con un marketing migliore.
Io personalmente li uso tutti e ho trovato una notevole differenza tra i compositi classici e quelli di nuova generazione.

Comunque , cara antonella, in cuor mio, ti consiglio di richiedere i materiali metal-free che escludono la presenza sia di metalli interagenti con il cavo orale , (se qualcuno mi dimostra il contrario sono felice di ricredeemi..solo gli stupidi non cambiano mai idea NDA), sia di resine di qualsiasi tipo.
Esistono materiali di questo tipo per ogni esigenza protesica:
Ossido di zirconio per ponti posteriori(sentirai qualcuno dire che sono radioattivi, ma non vuol dire nulla perche anche il pane e le fragole lo sono!bisognerebbe dimostrare QUANTO sono radioattivi)
Ceramica integrale per corone singole e faccette (solo ceramica)
Allumina per corone singole.


Materiali termoplastici, atossici per protesi mobile e ponti.

Io spendo fortune per poter offrire tutti questi materiali ma ti assicuro, e flo mi potrà confermare o smentire,in pochi le richiedono perchè costano troppo o per chissà quali altri motivi.
Riguardo al costo dico che costano poco di più, ma molto di meno se pensiamo ai benefici fisiologici che portano.
NATURALMENTE RIBADISCO CHE OGNI MATERIALE VA TESTATO SUL SINGOLO PAZIENTE.
E flo, son sicuro, la penserà come me.
Ciao
daniele

P.S.
Se ho scritto qualche inesattezza, sono felice di essere corretto, vorrà dire che imparerò una cosa nuova.
Non ho usato testi ma solo la mia memoria.
ciao

Torna all'inizio della Pagina

antonella
Membro Master


Città: milano


848 Messaggi

Inserito il - 01 luglio 2008 : 20:53:51  Mostra Profilo Invia a antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
quote:
Messaggio inserito da daniele

Per Antonella:
sei sicura di avere una corona in cromo-cobalto-ceramica?
Se mi dici che l'hai in bocca da venti anni come sei risalita al tipo di metallo usato?

Le prime per protesi parziale ,per protesi totale mobile o per provvisori e sono caratterizzate da lunghe catene molecolari che hanno il difetto di non essere "chiuse" e perciò attaccabile dagli agenti orali i quali, dopo essersi mescolati con il monomero in eccesso(sostanza che attiva, sostanzialmente, la reazione a catena)tendono a sgretolare i legami chimici polimerici, rilasciando sostanze nocive nell' organismo ospitante.




Caro Daniele, NON sono sicura di avere una corona in cromo-cobalto. Ho fatto il mineralogramma l'anno scorso e il risultato era di una elevatissima concentrazioe di cobalto nei tessuti del mio corpo.
Quindi dal momento che non ho nessun pezzo metallico nel corpo tranne una corona di 20 anni e un impianto da 3 anni , uno dei due conterrà il cobalto o no?

Comunque ora nell'impianto ho fatto sostituire la capsula che prima era in ceramica e ora in resina (me l'hanno fatto provvisoriamente, ma visto che io ci sto troppo bene non penso che qualche dentista mi veda nel giro di breve tempo...).
Quindi ora mi devo fare le paranoie anche per la resina.
Comunque su questo al prossimo mineralogramma lo scoprirò se la resina rilascerà "sostanze nocive nell' organismo ospitante".

Quanti problemi però, mamma mia, e pensare che i denti si tolgono con una facilità (anche quando si potrebbero curare benissimo) come fossero caramelle!

grazie mille per la tua delucidazione
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2008 : 12:00:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se ti hanno fatto una corona provvisoria probabilmente sarà in acrilico.
Mio consiglio, anche su impianto, è una corona in zirconia e su moncone lo stesso.
ciao
Torna all'inizio della Pagina

antonella
Membro Master


Città: milano


848 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2008 : 13:21:47  Mostra Profilo Invia a antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
quote:
Messaggio inserito da daniele

Se ti hanno fatto una corona provvisoria probabilmente sarà in acrilico.
Mio consiglio, anche su impianto, è una corona in zirconia e su moncone lo stesso.
ciao



sul moncone ho la zirconia. L'ultimo dentista che mi ha fatto la capusla in resina mi diceva che in caso di precontatto andrebbe meglio un materiale non duro e rigido perchè a furia di sbattere avrebbe la meglio la capsula mentre i denti naturali si romperebbero.

Quindi a parer mio dovrebbe essere obbligatorio a tutti, prima di fare capsule o impianti a qualcuno, fargli un esame per vedere se la persona è malocclusa, altrimenti poi per le protesi che si rompono la colpa è dell'odontocnico che le ha fatte male????


Torna all'inizio della Pagina

ahriti
Membro Medio




130 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2008 : 17:25:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Daniele vorresti leggere questi scambi sullo zirconio?
in particolare dal IV post
Sulla presunta tossicita' dello zirconio
http://www.merkabaweb.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=232
e non trascurare la pagina 4 dello stesso topic-
il confronto continua

Il tuo collega sostiene l'assoluta pericolosita'.

Comunque checchè se ne dica se e' vero che questo materiale proviene dalla Cina , un sospetto ci puo' stare.
Di recente abbiamo sentito al telegiornale che ingenti quantita' di acciaio radioattivo sono state rimandate in Cina.
Quindi che sia un paese pericoloso lo possiamo ammettere. Ma perchè ha tutti questi materiali radioattivi?

Il fatto che tu dica -radioattivo quanto? Quanto il pane?
sorry ma mi sembra un po' semplicistico. Se un sospetto c'è si dovrebbero cercare gli strumenti di misurazione.

Non è nemmeno soddisfacente quello che dice il tipo, cioè che non ci sia possibilità di misurare senza arrivare pertanto a dare una motivazione plausibilmente convincente di tanta pericolosita'.
Cosi' rimaniamo tra color che son sospesi...


Modificato da - ahriti in data 03 luglio 2008 17:58:33
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2008 : 20:03:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Da quanto mi dici, Antonella, mi rendo conto di come sia difficoltoso comunicare per forum.
E' vero che un materiale più duro "spacca" il dente naturale in caso di precontatto, ma bisognerebbe far in modo che non ci fossero precontatti, nè pregressi, ne conseguenti alla nuova protesi.
Perchè il tuo medico ti ha detto "in caso di precontatto"?
Se li avevi da prima avrebbe dovuto cercare di eliminarli, se non ne avevi, non avrebbe dovuto creartene di nuovi?
O siamo arrivati al punto che, per paura di precontatti si torna al 1800 quando si facevano le protesi in caucciù?
Secondo me, in sostanza,non c'è nessun materiale o tipo di protesi "a priori"e cioè che sia indicato per ognuno di noi:
ogni caso deve essere valutato con calma, con un quadro clinico che racchiuda più fattori possibili.
Bisogna curare la bocca nel suo insieme non "il dente".
Anzi curare la bocca spesso significa curare anche molte altre parti del nostro corpo.
Non sono medico ma affermo che una mal occlusione si ripercuote (a caduta) sulle articolazioni e sull' equilibrio energetico del nostro corpo.
Il mio dentista (colui al quale apro la mia bocca) ad ogni richiamo impiega UN' ORA E MEZZA tra visita e detartrasi(fatta da lui in persona), MI SONDA I SOLCHI GENGIVALI, ANNOTA LE MISURE ED OGNI ANNO DA' IL VOTO ALLA MIA PULIZIA.
L' ASSURDO E' CHE ALCUNE PERSONE ALLE QUALI HO CONSIGLIATO IL SUO STUDIO, NON CI TORNANO PERCHE' "IMPIEGA UN' ORA A FARE UNA OTTURAZIONE!!!!!!!!
Ma santo Dio...non sei contento??
Paghi la stessa cifra!
Per ahriti:
Riguardo alla zirconia ed al link che mi dai, bisognerebbe approfondire nel senso che non sapevo che il mio collega fosse medico.
Lo dico senza ironia.
Gli ho parlato telefonicamente e lui ha ideato un protocollo di inertizzazione dei metalli che esclude assolutamente l'uso di zirconia.
Potrebbe essere interessato?
Potrebbe essere un genio?
Io non lo so!
Il dott Antonio Miclavez (puoi scaricare la sua teleconferenza dal mio sito www.infobiolab.it/blog) dice che sono tutte troiate!
Comunque gli studi sulla radioattività della zirconia esistono..
Cercherò di reperirli in via elettronica (non avrei tempo di scrivere interi volumi)
Sono studi di università autorevoli..
Nessuno ci assicura la loro neutralità, ma se dubitiamo anche di questo allora è finita
Daniele
Torna all'inizio della Pagina

daniele
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: Villafranca(vr)


29 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2008 : 20:23:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di daniele Invia a daniele un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Riguardo al mio collega ho letto adesso la discussione che ahriti mi segnala..
Non ho niente da dire..
Si commenta da solo..
Torna all'inizio della Pagina

antonella
Membro Master


Città: milano


848 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2008 : 20:49:49  Mostra Profilo Invia a antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
quote:
Messaggio inserito da daniele

Da quanto mi dici, Antonella, mi rendo conto di come sia difficoltoso comunicare per forum.
E' vero che un materiale più duro "spacca" il dente naturale in caso di precontatto, ma bisognerebbe far in modo che non ci fossero precontatti, nè pregressi, ne conseguenti alla nuova protesi.
Perchè il tuo medico ti ha detto "in caso di precontatto"?
Se li avevi da prima avrebbe dovuto cercare di eliminarli, se non ne avevi, non avrebbe dovuto creartene di nuovi?
O siamo arrivati al punto che, per paura di precontatti si torna al 1800 quando si facevano le protesi in caucciù?



Caro Daniele, mi sà che con l'odontoiatria, la gnatologia e gli studi degli odontotecnici siamo fermi all'anno "0" e non nel 1800.
Perdonami...
COSA VUOL DIRE quando affermi:
"Se li avevi da prima avrebbe dovuto cercare di eliminarli"

e in che modo avrebbe dovuto cercare di eliminare i precontatti? facendo per caso una limitana di qua e di là? stai parlando del famoso "molaggio selettivo" e questo che vuoi dire?
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
     Merkaba Forums © 2002 merkabaweb.net Torna all'inizio della Pagina
     Pagina generata in 0,5 secondi.    xmlfeed aspfeed TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000     

Ciricadoforum.it | Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it